Stanchezza autunnale: 8 suggerimenti pratici per abituarsi all’ora solare

stanchezza-autunnale-ora-solare

Una mini guida ad approccio olistico per gestire la stanchezza autunnale

Il cambiamento di stagione può essere causa di stanchezza, insonnia e malesseri fisici ed emotivi, complice il passaggio all’ora solare, l’accorciarsi delle giornate e l’arrivo dei primi freddi.

Alcune semplici abitudini potenzianti possono aiutare a prevenirli, a raggiungere un maggiore equilibrio emotivo e a potenziare la propria salute e il benessere interiore.

Ecco 8 semplici suggerimenti pratici per evitare ansia, stress, stanchezza e depressione tipici della stagione. Troverai anche un esercizio di respirazione e di visualizzazione che può esserti molto utile.  

1- Stanchezza al risveglio? Ecco come iniziare la giornata con più energia

Se al mattino accusi molta stanchezza la causa potrebbero essere i risvegli ansiosi (che possono avvenire anche durante la notte). Se la mente è ingombra di pensieri negativi e preoccupazioni, addormentarsi può diventare faticoso e il sonno può essere disturbato dalle emozioni represse, così si rischia di sentirsi sempre stanchi.

Per liberare la mente e migliorare la qualità del tuo sonno ti suggerisco l’esercizio di scrittura che trovi nella guida gratuita da fare ogni sera prima di andare a dormire per alcuni giorni.

Dopo il riposo notturno il corpo ha bisogno di idratazione. Bevi un bicchiere d’acqua appena ti svegli per attivarti e fai il carico di energia con una colazione nutriente.

Utilizza le prime ore della mattina per dedicarti a ciò che desideri, prima che impegni e doveri prendano il sopravvento. L’idea di fare qualcosa di piacevole ti renderà meno faticoso abbandonare le coperte. 

Curare le tue abitudini durante l’arco della giornata ti aiuta a non accumulare stress e a dormire meglio durante la notte.

2 – Il rimedio è sintonizzarti con la natura

Per abituarti all’ora solare e alla riduzione di luminosità sfrutta di più le ore di luce andando a dormire prima per svegliarti presto. L’esposizione alla luce solare ti aiuterà a fare il pieno di vitamina D, un ormone importante per la vitalità del corpo e per bilanciare il tono dell’umore.

Cerca di ritagliare nella tua giornata dei momenti da passare all’aperto a contatto con la natura, potenzierai il tuo sistema immunitario ed eviterai cali di umore e tristezza che sono più frequenti nella stagione fredda. 

3 – Gestire la stanchezza autunnale con l’alimentazione

stanchezza-autunnale-alimentazione

Ricorda che la stanchezza e lo stress puoi gestirli anche a tavola. L’alimentazione è importante non solo per il tuo corpo ma anche per la mente. Consumare cibi di stagione noci, semi di zucca e di sesamo ti aiuterà a fare scorta di triptofano, magnesio ed oligoelementi preziosi per il sistema nervoso e per la tua salute.

Frutta e verdura di stagione (uva, zucca, melagrana…) ti aiuteranno a depurare il corpo, fare il pieno di vitamine e prevenire mali stagionali (che di solito arrivano quando c’è una carenza nutrizionale o si è stanchi e si ha bisogno di riposo).

Fai una colazione nutriente, un pranzo energetico ed una cena leggera per favorire un migliore riposo notturno. La digestione può interferire con il tuo sonno. Ricorda di inserire anche una piccola trasgressione nella tua dieta (clicca qui per leggere l’articolo dedicato alla fame emotiva).

4 – Stanchezza mentale e fisica: la eviti seguendo il tuo bioritmo

Dedica la prima parte della giornata alla produttività e alle attività più impegnative. Limita il consumo di sostanze stimolanti come tè e caffè (evitale soprattutto appena ti svegli e dopo le 15 del pomeriggio).

Fai delle pause mentre lavori, oltre a non stancarti e ad evitare cali di energia dovuti alla tipica stanchezza da stress noterai dei benefici sul tuo livello di produttività.

Muovi spesso il corpo, fare attività fisica ti aiuterà a rimuovere le tensioni accumulate. Anche una semplice passeggiata aiuta a liberare la mente, a rigenerare il corpo e stimola la tua creatività.

Nella seconda parte della giornata rallenta i ritmi ed evita attività che richiedono sforzi di concentrazione. Aiutati con una musica rilassante o modificando l’ambiente della tua casa in modo da creare un clima sereno e rilassante. Scopri come nel prossimo suggerimento. 

5 – Crea la giusta atmosfera e vinci la stanchezza 

Verso il tardo pomeriggio, quando il sole tramonta, utilizza nella tua casa luci soffuse, lampade di sale, diffusori di essenze o candele (naturali). Se crei intorno a te un ambiente caldo ed accogliente che ti predispone al rilassamento ne scoprirai presto i benefici sulla qualità del tuo umore e del tuo sonno. Un ambiente sereno crea armonia anche dentro di te. 

6 – Ricarica le energie con il detox digitale

Spesso la stanchezza è sintomo di intossicazione e stress non solo del corpo ma anche della mente. Allenati quindi ad un “detox digitale” almeno 2 ore prima di andare a dormire. Ti aiuterà a essere più presente nel qui e ora, ad essere meno dipendente dalla tecnologia. In questo modo eviterai insonnia e disturbi del sonno e avrai più energie durante il giorno. 

Le luci al neon e la luce blu dei dispositivi come computer, tv e smartphone possono interferire con il ritmo del tuo organismo, e disturbare la qualità del tuo sonno, puoi regolarne sia l’utilizzo che la luminosità.  

Non solo, ricorda che il tuo smartphone è una fonte di stress a causa della continua dose di notifiche ed informazioni a cui siamo esposti quotidianamente.

7 – Per favorire il rilassamento concediti momenti di piacere

Ritagliati momenti di piacere e di svago durante la giornata. Soprattutto prima di dormire, dedicati ad attività piacevoli per te, magari in compagnia di persone care (ma anche la solitudine può essere utilizzata in modo positivo). 

Fare quello che ami e ti fa stare bene è il segreto per rifornirsi di energia. Non farti bloccare dal senso di colpa e dall’eccesso di “doveri” e responsabilità.

8 – Stanchezza emotiva: usa la respirazione consapevole

stanchezza-autunnale-esercizio-respirazione-consapevole

Spesso la stanchezza e l’insonnia sono causate da un sovraccarico emotivo. L’autunno può generare emozioni come tristezza, malinconia e sentimenti di sfiducia in se stessi che possono sfociare nella cosiddetta “depressione stagionale”.

Le emozioni trattenute, inoltre, possono manifestarsi anche con sintomi psicosomatici. Saperle gestire ti aiuta a lasciarle andare e ad elevare il tuo livello di benessere e di serenità.

Ecco un semplice esercizio di respirazione consapevole, da svolgere se possibile in un parco dove l’aria è pulita:

  1. inizia mandando fuori tutta l’aria dalla bocca per svuotare completamente i polmoni.
  2. inspira profondamente gonfiando l’addome, senti l’ossigeno che entra dal naso, riempie i polmoni e attraversa tutto il corpo. Trattieni l’aria per un paio di secondi.
  3. Espira lentamente e profondamente, immagina di lasciar andare insieme all’aria anche i pesi emotivi, le emozioni e le situazioni che non vuoi più trattenere nella tua vita
  4.  Ripeti più cicli di respirazioni profonde. Ad ogni espirazione lascia andare un po’ di carico emotivo e ad ogni inspirazione preparati ad accogliere aria di rinnovamento.

La respirazione è un ottimo strumento di benessere e tutte queste abitudini sono dei piccoli semini che, se piantati ogni giorno ti aiuteranno a proteggere il tuo equilibrio interiore.

Trovi altri suggerimenti ancora più mirati, per liberarti dai pesi del passato e imparare a lasciar andare emozioni nella mini guida gratuita “Guarire le ferite dell’anima”.

Ho creato un percorso che ti guida, passo per passo, nella gestione delle tue emozioni in modo semplice e rapido. Al suo interno trovi tutti gli esercizi e gli strumenti pratici e che ti servono per ritrovare la serenità emotiva. Clicca qui per scoprire il programma, i contenuti e i materiali >>

Informazioni sull'autore

2 commenti su “Stanchezza autunnale: 8 suggerimenti pratici per abituarsi all’ora solare”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto