Uscire dall’ansia (senza farmaci) e tornare a vivere | Psico Storie

uscire dall'ansia

Come fare per uscire dall’ansia se tutto quello che hai fatto finora non ha funzionato? È davvero possibile tornare a vivere?

Un momento di totale sconforto.
“Sono stremata. Non riesco a vedere una via di uscita.” Così si sentiva Alice.

Come si sente chi soffre di ansia e non riesce a trovare una soluzione. Ti racconto come è riuscita ad uscire dall’ansia e sbloccare la sua vita rapidamente, senza farmaci e senza scavare nel passato.

Uscire dalla morsa dell’ansia e tornare a vivere

L’ansia era diventata come un rumore costante di sottofondo. Gli attacchi di panico le rendevano la vita impossibile. I pensieri intrusivi erano diventati un incubo. Non riusciva a guidare, aveva difficoltà a dormire. Aveva paura a restare da sola e sentiva di dipendere dagli altri.

Questa non era vita.

Dopo aver letto sul mio sito le testimonianze di chi era riuscito a risolvere il problema si era convinta a contattarmi. Voleva uscirne a tutti i costi e ritornare a vivere.

Cosa la stava bloccando?

In questi casi la prima cosa da fare per uscire dall’ansia è capire dov’è il blocco. Quando si è dentro il problema è difficile capirlo da soli. A questo serve un percorso e un terapeuta che ti indichi la strada.

Durante il primo colloquio le chiedo cosa aveva fatto finora per cercare di risolvere il problema (senza riuscirci). La sua risposta me l’aspettavo. Non ero affatto sorpresa.

Gli errori più frequenti che rischiano di bloccare nel panico

come uscire dall'ansia senza farmaci

Come succede spesso in questi casi per cercare di stare meglio…

  • Si cerca con tutte le proprie forze di lottare contro l’ansia
  • Ci si sforza di scacciare i pensieri negativi
  • Si prova a cercare di calmarsi o di distrarsi

Ma nulla di tutto questo funziona. Anzi si ottiene l’effetto opposto. Si sta peggio e ci si sente travolgere dall’ansia e dalle proprie sensazioni.

In altri casi per cercare di uscire dall’ansia ci si rivolge al professionista sbagliato, si fanno anni di terapie a scavare nel passato alla ricerca delle “presunte cause” oppure si finisce per credere che non ci sia alternativa ai farmaci.

Ma passano i mesi, gli anni, e il problema non si risolve…

Anche Alice era caduta in queste trappole.

Dopo averle provate tutte per uscire dall’ansia…

È come cercare di aprire un barattolo girando il tappo dal lato opposto. Lo si stringe ancora di più, si fa ancora più fatica e non si riesce.

Così, dopo tanti sforzi che non portano al risultato sperato, ci si arrende. Allora si inizia a pensare di essere sbagliati. E di essere condannati a soffrire per sempre.

Ma non è così.

Alice lo sentiva.
Dentro di lei la speranza non si era spenta. Così era lì, davanti a me, perché stava cercando un’altra strada.

Cosa fare per uscire dall’ansia e tornare a vivere

uscire dall'ansia e tornare a vivere

Ecco cosa ha aiutato Alice a sbloccarsi.

Il primo passo del percorso insieme è stato individuare quello che non stava funzionando. A quel punto aveva le idee più chiare e la strada era già spianata. Perché la prima cosa da fare è smettere di fare quello che non funziona.

Adesso Alice ha smesso di lottare contro se stessa, contro i suoi pensieri, contro l’ansia. Perché ha finalmente capito che non era quella la soluzione.

Come è riuscita a farlo?

Scoprendo che esiste un altro modo.
Molto più semplice e senza sforzo.

Ho condiviso con lei le tecniche pratiche e le ho spiegato come applicarle nella sua vita quotidiana.  

E poi cosa è successo?
Te lo lascio dire da lei…

La vita può tornare a scorrere…

Come quella di Alice.

Finalmente ora riesce a dedicarsi ai suoi progetti perché la sua mente è libera e riesce a concentrarsi sul presente. Mentre lavora ha trovato anche l’energia per tornare a studiare e aumentare le sue competenze. Riesce di nuovo a guidare e a spostarsi in macchina senza problemi, anche per lunghe distanze.

Ora che ha imparato ad ascoltarsi ha fatto anche una selezione delle sue amicizie e, al di fuori del suo piccolo paese (di cui non condivideva la mentalità), ha incontrato nuove persone più in sintonia con lei.

Ma la cosa più bella è che ora sta bene anche da sola, anzi mi confessa che a volte ne ha proprio bisogno. Adesso che ha ritrovato la sua autonomia non può più rinunciare alla sua libertà.

Se la storia di Alice ti ha ispirato e vorresti leggerne altre iscriviti a Lotus la Newsletter di Psicoterapia Olistica e ricevi suggerimenti pratici per il tuo benessere interiore e le email dedicate alla Rubrica Psico Storie.

Ritornare a vivere serenamente è possibile

Se vuoi conoscere le tecniche pratiche per liberarti dall’ansia e dal panico (rapidamente) le trovi nella video lezione dedicata, in cui le spiego passo per passo. Chi l’ha seguita è riuscito ad ottenere benefici anche in autonomia. Se invece senti la necessità di un aiuto diretto e più mirato, trovi tutte le informazioni sul percorso che può aiutarti in tempi brevi su PsicoterapiaOlistica.it.

uscire dall'ansia

Informazioni sull'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto